I 70 anni dell’irriducibile Tina Turner


Percorso:ANSA.it > In Breve > News

La sua carriera decollò grazie alla collaborazione con l’ex marito Ike Turner



I 70 anni dell'irriducibile Tina Turner

ROMA
– Tina Turner ha 70 anni e ha da poco terminato una trionfale tournée
che ha celebrato uno dei tanti clamorosi ritorni della sua carriera.
Anna Mae Bullock, com’é registrata all’anagrafe di Nutbush, Tennessee,
resta una delle più spettacolari icone sexy della musica popolare, una
donna capace di attraversare 40 anni di musica e una vita così
avventurosa da essere diventata un film con Angela Bassett.

Come molti sanno l’inizio della sua carriera è legato al suo ex
marito, Ike Turner, un pioniere della fusione tra il soul e il rock con
il quale, tra gli anni ’60 e ’70, ha ottenuto successi clamorosi con
brani come "Proud Mary", "Nutbush city limits" e "River deep mountain
high". Tanto per intendersi I Rolling Stones compirono la prima tournée
Americana come spalla di Ike & Tina e proprio a quel periodo risale
l’amicizia con Mick Jagger che ha sempre ammesso di aver rubato alla
sua amica I celebri passettini di danza. Sul palco Tina sprigionava
un’energia selvaggia, rimasta uno dei tratti distintivi della suo
personaggio. Poi la storia con Ike, reso incontrollabile dalla cocaina,
è diventata un incubo fino costringerla alla fuga, senza un soldo.
Prima però aveva lasciato una traccia profondissima come l’Acid Queen
nel film che Ken Russell ha diretto da Tommy degli Who. Sembrava la
fine e invece grazie all’incontro con Roger Davies, dalla metà degli
anni ’80 diventa una delle regine della musica mondiale sulla scia del
clamoroso successo dell’album Private dancer, di brani come The best,
What’s love got to with it, della sua folgorante apparizione in Mad Max
e del brano legato al film con Mel Gibson (We don’t need another hero),
alla sua partecipazione a Live Aid con uno strepitoso duetto con Mick
Jagger e a We are the world, alle cover di classici come Let’s stay
together e I can’t stand the rain.

Da allora è una delle donne più amate e rispettate dello show
business, un simbolo di vitalità, equilibrio, divertimento e sensualità
che ha duettato con Rod Stewart, Elton John, David Bowie, Eric Clapton
e I nostri Eros Ramazzotti ed Elisa, ha inciso la sua impronta nella
Walk of fame di Hollywood e ha partecipato all’album premio Grammy
"River: The Joni letters" di Herbie Hancock. Voce inconfondibile dai
toni soul, fisico statuario (le sue gambe sono ancora bellisime), una
presenza sul palco ineguagliabile, un look unico che ha fatto diventare
un marchio le sue proverbiali parrucche, Tina Turner é davvero un
esempio di come si possa arrivare a 70 anni senza essere la parodia di
se stessi, lasciando il ricordo indelebile di una vicenda eccezionale,
una storia che in troppe occasioni ha trasformato I suoi protagonisti
in vittime e che lei ha saputo trasformare in una strada verso le
stelle.

Sobre nunaina

seguendo davanti sempre
Esse post foi publicado em Sem categoria e marcado . Guardar link permanente.

Deixe uma resposta

Preencha os seus dados abaixo ou clique em um ícone para log in:

Logotipo do WordPress.com

Você está comentando utilizando sua conta WordPress.com. Sair / Alterar )

Imagem do Twitter

Você está comentando utilizando sua conta Twitter. Sair / Alterar )

Foto do Facebook

Você está comentando utilizando sua conta Facebook. Sair / Alterar )

Foto do Google+

Você está comentando utilizando sua conta Google+. Sair / Alterar )

Conectando a %s